FUORI PROGRAMMA
Giovedì 14 giugno 2018

Ore 17 > Sala Capricci, Piazza Vecchia

Federazione Provinciale Scuole Materne Piccole guide per grandi scoperte

Inaugurazione della mostra.

Ore 17 > Sala Capricci, Piazza Vecchia

Biblioteche Comunali della Valsugana
MAPPE & MONDI libri per giovani viaggiatori Inaugurazione della mostra.

Ore 17.30 > Centro d’Arte La Fonte, Piazza Vecchia

Aldo Pancheri. Poesia, eros, castigo

A cura di Weimer Perinelli
Una collaudata tecnica pittorica posta al servizio di scelte iconografiche che affiorano in uno scenario inquietante che l’artista interpreta a suo modo. Aldo Pancheri narra di inattendibili fanciulle sculacciate nel far west e di improbabili ragazze bacchettate dalle suore sul banco di scuola. Un racconto contemporaneo, quasi un nascosto immaginario collettivo che ci porta ad esplorare e a sviscerare gli opposti poli della passione.

Ore 19 > Blue Coffee Bar

Wolftraud de Concini con Paola Maria Filippi
Letture di
Annalisa Morsella. Al violoncello:
LE SCARPE DI KLARA. Storia di una ebrea boema

Partendo da un paio di scarpe, scarpe sporche e logore, l’autrice percorre le tappe più significative della vita di Klara Beck, nata il 4 novembre 1904 a Pilsen (oggi Repubblica Ceca) e morta massacrata verso la metà di gennaio 1942 in un bosco vicino a Riga. Basandosi parte su fatti reali e parte sull’immaginazione, racconta in brevi capitoli, quasi scene teatrali, delle piccole storie in cui riecheggia la “grande” storia, mostrando come attorno a una vita normale, una famiglia normale, una donna normale, si stringono, prima in modo subdolo e quasi invisibile, poi sempre più evidenti e palesi i lacci della diffidenza, del rifiuto, dell’emarginazione, della persecuzione, della violenza. Fino alla morte. Anche se sono passati oltre 70 anni dalla fine della Seconda guerra mondiale, le atrocità commesse in quel periodo – commesse non solo dai tedeschi e non solo a danno degli ebrei – non devono essere dimenticate. Perché possono accadere, in altri contesti, anche oggi.

Ore 20 > Casa della Cultura

Renzo Francescotti con Alessandro Franceschini

Con la partecipazione del Gruppo Neruda

Le avventure di un Pierino trentino: ritratto di un mondo che non c’è più

Un ”romanzo autobiografico a racconti” che è anche uno spaccato della nostra provincia nel secolo scorso, ritratto di un mondo che non c’è più, con i bombardamenti e i partigiani ammazzati, il dopoguerra con il pascolo a Pedersano delle capre di sua nonna, a piedi scalzi per farsi accettare dalla tribù locale, le scazzottate con la tribù di Zuclo dove le donne vanno intorno vestite come monache, un ragazzo che cresce guardando alla realtà con pena e ironia, che quattro volte è in punto di morte ma ne riemerge giocosamente. Sino ad entrare nel modo degli adulti attraverso il dolore intollerabile della morte di suo padre.

Ore 21.15 > Book Garden, Viale Stazione

Associazione Culturale Musicarte
L’ultimo blues: Luigi Tenco e Cesare Pavese Un viaggio nel mondo della poesia e delle note

Pasquale Briscolini, introduzione e voce recitante. Stefano Torre, voce. Giorgio Merati, clarinetto e flauti. Maurizio Piantelli, chitarre
Sono distanti trent’anni esatti come data di nascita, ma sono incredibilmente vicini per luogo natale (S. Stefano Belbo e Ricaldone), sensibilità e modo di vedere e sentire il mondo. Una sintonia profonda che non può essere solo spiegata da un punto di vista razionale. Deve essere sperimentata soprattutto da un punto di vista emotivo, perché si tratta di sentire il ritmo poetico dell’uno e il ritmo musicale dell’altro. Serve un’alternanza fra brani dell’uno e canzoni dell’altro, cioè fra brani o poesie di Cesare Pavese e canzoni di Luigi Tenco. È proprio questa la delicata e originale proposta di “L’ultimo blues”.