15-18 giugno > Casa della Cultura

Associazione Culturale “Hamelin”
I LIBRI PER RAGAZZI CHE HANNO FATTO L’ITALIA

Una mostra per ripercorrere la storia del nostro immaginario a partire da romanzi, fumetti e illustrazioni per l’infanzia. Da “Pinocchio” agli anni Duemila...
L’Associazione culturale Hamelin propone un’esposizione rinnovata e aggiornata appositamente per il Trentino Book Festival. Forse ancor più dei capolavori della letteratura per adulti, i libri per ragazzi hanno avuto una diffusione e una presa tale sui lettori da aver lasciato un’impronta decisiva nell’immaginario collettivo di intere generazioni. Basterebbe citare Pinocchio o Cuore per rendere espliciti quanto certi testi hanno contribuito alla formazione di un popolo, ma i riferimenti possibili sono davvero tantissimi: certe illustrazioni di copertina di romanzi o riviste, o la grafi ca di alcune collane storiche (La scala d’oro Utet, La Biblioteca dei miei ragazzi Salani…), hanno un sapore ben chiaro e vivo in moltissime memorie. Le fantasie di Calvino o Rodari hanno senza dubbio avuto dirette influenze sulla scuola e sulla didattica italiana; e del resto è sufficiente notare quanto la figura di Sandokan si sia misteriosamente sovrapposta a quella di Garibaldi per avere una dimostrazione lampante di quante storie “finte” e Storia siano collegate. Al TBF vi sarà una nuova sezione contemporanea della mostra, che darò risalto ai più importanti fenomeni editoriali degli anni 2000.

15-18 giugno
> Sala Capricci, Piazza Vecchia
Biblioteche comunali della Valsugana

NATI PER LEGGERE - Trentino
Amare la lettura attraverso un gesto d’amore: un adulto che legge una storia.

La nuova mostra bibliografica Nati per Leggere Trentino, realizzata dall’Ufficio per il Sistema bibliotecario trentino della Provincia autonoma di Trento con la collaborazione di un gruppo di lavoro formato da alcune bibliotecarie. Sono circa 150 libri per bambini dai zero ai sei anni divisi in 10 sezioni tematiche che spaziano dalla quotidianità (pappe, sonno...) agli affetti familiari, per passare ai libri che fanno sorridere fino a quelli che raccontano al bambino il mondo che lo circonda.
Accanto ai libri un angolo morbido, con cuscini, poltroncine e tappeti, dove i genitori potranno leggere ad alta voce ai propri bambini o ascoltare le letture proposte dalle volontarie Nati per Leggere. Domenica alle 16.45 Che bella storia essere piccoli, letture a cura delle bibliotecarie della Valsugana.
Nati per Leggere è un progetto nazionale condiviso da bibliotecari e pediatri, nato dalla collaborazione tra l’Associazione Italiana Biblioteche, l’Associazione Culturale Pediatri e il Centro per la Salute del Bambino. L’obiettivo è quello di diffondere la cultura e la pratica della lettura ad alta voce degli adulti ai bambini anche in tenera età. Questo apporta evidenti benefici sia cognitivi che relazionali al bambino e alla sua famiglia.


15-18 giugno > Sala Capricci, Piazza Vecchia

Liceo Artistico “ Fortunato Depero” di Rovereto
Un sacchetto di biglie

Mostra di illustrazioni tratte dal libro di J. Joffo
Per il secondo anno consecutivo il Liceo artistico “Depero” di Rovereto è presente al Trentino Book Festival, con un progetto al quale hanno partecipato le classi terza A e terza B dell’indirizzo di Grafica. A partire dalla lettura dell’opera Un sacchetto di biglie dello scrittore francese Joseph Joffo, uno dei protagonisti dell’edizione 2017 del Festival, gli studenti si sono confrontati con una dimensione narrativa che li ha avvicinati alla storia personale del suo autore – allora bambino – nella Francia occupata dai tedeschi durante la seconda Guerra Mondiale. Attraverso un percorso progettuale, accompagnato da una ricerca storica ed iconografica, i ragazzi hanno preso ispirazione dalle vicende raccontate da Joffo per realizzare illustrazioni, fotografie e collage. L’auspicio è quello di aver colto l’idea di speranza e la spensieratezza che, nonostante tutto, sono presenti nel contesto vissuto dai due giovani protagonisti del romanzo.


15-18 giugno > Sala Capricci, Piazza Vecchia, Piazza Vecchia

Liceo Artistico “ Fortunato Depero” di Rovereto
Riflessioni sociali

Gli studenti del Liceo artistico Depero negli ultimi anni con l’evolversi della comunicazione dei media, si sono avvicinati con curiosità e capacità di ricerca a temi sociali quali: cibo, ambiente, storia e giustizia. Contesti che si sono rilevati importanti per l’acquisizione sia di competenze progettuali e tecniche, sia per l’opportunità di arricchire il proprio percorso formativo mediante l’esperienza diretta del “graphic designer”. L’obiettivo didattico e sociale è contribuire al senso civico di ciascun studente, coltivando la capacità critica e la conoscenza a temi attuali: per il futuro cittadino attivo. Tra i posters esposti vi sono idee grafiche e fotografiche che hanno ottenuto riconoscimenti nazionali ed internazionali.


15-18 giugno
> Bunker Art Gallery, Via della Polla

Leonardo Lebenicnik.
“Di pietra, di ferro e di legno”

L’appuntamento è proprio nel cuore del paese, in via della Polla: uno spazio dedicato alle creazioni artistiche di Leonardo Lebenicnik, classe 1970, scultore (e anche scrittore di racconti) originario della Bosnia, ma residente in Trentino ormai da più di vent’anni.
Leonardo ha riadattato un “vòlto” inutilizzato in uno spazio espositivo molto raccolto e suggestivo. Qui le sue opere, costruite con materiali molto semplici, legno, sassi, ferro e altri metalli, si inseriscono perfettamente tra le mura di pietra grezza. Ciò sta a dimostrare che la vera arte non ha bisogno di tante sovrastrutture per colpire l’attenzione e suscitare interesse. Ogni suo pezzo rappresenta un momento di vita e lui stesso è disposto a raccontare la genesi delle sue “creature”, peraltro spesso già accompagnate da didascalie.