FUORI PROGRAMMA
Giovedì 15 giugno 2017

Ore 17.30 > Sala Capricci, Piazza Vecchia
Liceo Artistico “F. Depero” di Rovereto
Sacchetto di biglie
Inaugurazione della mostra.

Ore 17.30 > Sala Capricci, Piazza Vecchia
Biblioteche Comunali della Valsugana
Nati per leggere
Inaugurazione della mostra.

Ore 18.15 > Bunker Art Gallery, Via della Polla
Leonardo Lebenicnik
Storie di legno, di ferro e di pietra
Inaugurazione della mostra.
Alla presentazione delle opere di Leonardo Lebenicnik si esibirà il pianista Dragan Pajic con la sua musica d'autore continuando così la collaborazione pluriennale tra due artisti. Vista, udito e tatto coinvolti insieme nel vivere le opere di questo duo intrigante potrebbero regalarvi dei momenti di inaspettata bellezza.

Ore 19 > Casa della Cultura
Nadia Beber con Carlo Martinelli
In collaborazione con la Fondazione Trentina Alcide De Gasperi
Da Auschwitz alla Siria. La banalità del male spacciata per realismo
Identificare l’altro in base alla sua diversità culturale, intendendola come portatrice di male, proprio perché diversa. Spesso si stigmatizzano il razzismo, l’antisemitismo, il nazismo, ma come un momentaneo imbarbarimento che va consegnato alla Storia, quasi che ci si fosse collettivamente rialzati da una terribile caduta e si fosse ripresa la strada sulla quale si stava procedendo, togliendosi sbrigativamente la polvere di dosso. Ma la tragedia di Auschwitz non è avvenuta in uno spazio vuoto, bensì nei limiti della cultura della civiltà occidentale che purtroppo sembra non garantire alcuna garanzia a una sua ricaduta. “A casa nel mondo” è un libro scritto nella consapevolezza che, al pari dell’odio dell’ebreo o del nomade nel ’900, l’odio per i diversi o per i migranti di oggi è un odio contro noi stessi, perché la nostra stessa storia, quella iniziata duecentomila anni fa, è in fondo la storia di un grande, infinito viaggio.

Ore 20.10 > Bar Miralago, Lago di Caldonazzo (servizio bus navetta gratuito)
Luca Girotto con Pierluigi Pizzitola e il Coro La Tor
Camminare nella Storia e sui luoghi in cui la Storia si fece verità
Nato nel 1963, Luca Girotto è cresciuto in un ambiente familiare ricco di stimoli culturali e umani maturando negli anni una passione per lo studio e la ricerca. Da qui è nato il suo amore per la Storia e, in particolare, per quella militare. Negli anni ha affiancato, a questi interessi culturali, quelli per la montagna e l’escursionismo. Lo studio degli avvenimenti della Grande Guerra sulle montagne venete e trentine è stato un naturale punto d’incontro tra queste sue due passioni per poter “camminare nella Storia e sui luoghi della Storia con cognizione di causa”. E’ diventato così un amante e ricercatore della storia di montagna e degli avvenimenti bellici del ’15-’18 sul fronte tra la Valsugana, il Lagorai e la Val Cismon, nonché della guerra austro-russa sul fronte della Galizia.
La sua vasta opera di scrittore ha contribuito a colmare diverse zone “zone d’ombra” sugli eventi della Grande Guerra in Trentino facendoci conoscere meglio le vicende belliche su un territorio alpino di confine in una proficua connessione tra la dimensione locale e quella generale.

A seguire > Miralago, Lago di Caldonazzo (servizio bus navetta gratuito)
Corpo Bandistico di Caldonazzo
CentoDecimo – La storia continua