Pierangelo Giovanetti

È direttore del quotidiano “l’Adige” di Trento, dove ha iniziato la propria carriera giornalistica sotto la guida di Piero Agostini e di Paolo Pagliaro, prima come notista politico e poi come inviato speciale. È stato inviato speciale presso il quotidiano “Avvenire” di Milano, pubblicando per Editrice Ancora (Milano) il libro “Europa, religioni, laicità”. Collabora per varie riviste e testate nazionali. Per “il Mulino” di Bologna ha scritto alcuni saggi sull’Alto Adige e la questione delle minoranze e della convivenza etnica. Presso l’università di Berkeley negli Stati Uniti, ha condotto una ricerca da cui è nato il libro “Il giornale elettronico”. L’informazione nell’era di internet” (Vallecchi, 1995), il primo studio in Italia sulle conseguenze dell’avvento della rete per la carta stampata (premio nazionale Fabbri 1996). Ha curato parte del volume “Internet. L’informazione senza frontiere” (Paoline, 1997). Per Baldini&Castoldi ha pubblicato “Posto fisso addio. Come cambia il lavoro in Italia” (2000), un’inchiesta sulle nuove forme di lavoro attraverso l’esperienza diretta dei protagonisti. Per Curcu Genovese ha pubblicato “Mario Malossini. Storia di un ex potente resuscitato”.