Federico Premi

Laureato in Filosofia e linguaggi della modernità e in Filologia e critica letteraria, attualmente è insegnante presso le scuole superiori. Autore di diverse pubblicazioni, si occupa del rapporto tra educazione e linguaggio, con particolare attenzione al ruolo della parola in ambito pedagogico. Tra le sue pubblicazioni: L’officina di Satanasso: l’anticlericalismo in Trentino tra Ottocento e Novecento (Fondazione Museo storico del Trentino, Trento, 2015); L’insegnamento del greco nel Trentino dell’Ottocento, (Società di Studi Trentini di Scienze Storiche, Trento 2016); con Alessandro Miorelli, il volume La ragione delle parole. Idee e discorsi in dieci discorsi di oratori trentini (1855-1915) (Fondazione Museo storico del Trentino, Trento, 2017); con Alessandro Miorelli, La lingua greca e il ruolo dell’Antico nell’opera di Carlo Michelstaedter, Kentron. Revue pluridisciplinaire du monde antique, Presses Universitaires de Caen (Caen, 2017).